BalduccioDodici | Francesco Memmola racconta il nuovo sviluppo residenziale à la page, contemporaneo, dinamico


Un nuovo progetto residenziale sta prendeno piede a Milano. Si tratta di BalduccioDodici, un importante progetto di rigenerazione sviluppato da AbitareIn. Con la società e il suo Project Manager Francesco Memmola abbiamo chiesto maggiori dettagli su come sarà la struttura e il suo attuale stato di avanzamento:

Il complesso residenziale si colloca tra via Balduccio da Pisa e via Arcivescovo Calabiana, nel quartiere Fondazione Prada. Questa è una delle zone più ricettive di Milano, a due passi dal quartiere Porta Romana e a quattro dal centro!

Il progetto architettonico nasce dallo studio accurato del contesto e analisi del territorio affinché ogni appartamento sia inserito in un nuovo ambiente da vivere. È stato studiato anche dal punto di vista urbano proprio per valorizzare maggiormente gli aspetti estetici e dell’architettura, afferma Lucrezia De Capitani, specialista dell’area urbanistica di AbitareIn che ha seguito fin dalle prime fasi di concept l’intervento. Tali scelte hanno infatti permesso di dare continuità e ricostruire il fronte urbano della via e, al tempo stesso, rendere visibile il verde interno del nuovo complesso residenziale. Ecco che il gioco di permeabilità visiva e di pieni dati dall’architettura, studiati meticolosamente dai progettisti, rendono il piano terra dinamico e piacevole da scorgere passeggiando su via Balduccio da Pisa.

L’architettura si inserisce armoniosamente nell’ambiente che l’avvolge, creando un senso di continuità con lo spazio outdoor. BalduccioDodici è composta da due torri da 13 e 9 piani fuori terra collegate tra loro da un basamento di quattro piani che permette di dare dinamicità e tridimensionalità ai volumi.

È importantissimo che tutte le figure coinvolte siano parte di una squadra vincente, unendo quindi le capacità date dall’alta specializzazione dei reparti interni di AbitareIn con quelle di studi di progettazione di elevate performance che garantiscono la miglior riuscita dell’opera, sia in fase progettuale che costruttiva, da un punto di vista tecnico e architettonico. Ad oggi le attività di demolizione e bonifica del sito sono giunte allo stato finale e il progetto definitivo è in fase conclusiva: gli spazi interni, grazie agli accorgimenti progettuali, sono molto luminosi permettendo così di usufruire appieno della luce naturale. Particolare attenzione è data alle logge private degli appartamenti e agli spazi comuni; sia la composizione moderna e ricercata del giardino interno che la scelta dei materiali e delle finiture è stata studiata fin dal principio proprio per integrare gli aspetti compositivi all’interno della genesi del progetto stesso. L’accesso pedonale principale è collocato in via Balduccio da Pisa, in cui si trovano il locale portineria, gli spazi comuni coperti e l’accesso carraio che porta al piano interrato e al giardino condominiale, un’oasi dove riposare, poter beneficiare dei caldi raggi del sole o delle fresche aree ombrate.

Nei dintorni la scelta per il tempo libero è molto vasta. La zona offre, infatti, tutto ciò che si può volere in qualità di quartiere residenziale, ricco di verde, ma anche spumeggiante e sempre al passo coi tempi. Proprio dietro a BalduccioDodici vi è la Fondazione Prada (per chi non lo sapesse, qui vi sono mostre tutto l’anno, permanenti e temporanee!), diversi spazi adibiti ad eventi, esposizioni di vario genere e locali che propongono dalla pizza, all’hamburger fino al pasto più sofisticato.

È uno dei quartieri maggiormente coinvolti nei progetti di rigenerazione, trendy ed artistici della città meneghina.

Per giunta, l’area sarà partecipe di un significativo intervento di riqualificazione, preludio del Villaggio Olimpico destinato prima agli atleti delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026 e poi a studenti, uffici e residenti grazie ad un’azione di riconversione degli spazi.

BalduccioDodici è un progetto che si presenta come modello di vita aspirazionale per coloro che desiderano collaborare, essere protagonisti, dell’anima vivace della Milano moderna.

AbitareIn mira a sviluppare un intervento di rigenerazione urbana volto a concepire una nuova tipologia abitativa, caratterizzata dall’integrazione tra città e natura al fine di un tenore di vita migliore.

,